Contatti aziendali

OPS S.r.l.
piazza Cinque Giornate, 6
20129 Milano
Tel. 02.40705812 (6 linee R.A.)corso antincendio

Eroghiamo corsi in aula a Milano e Roma ed in azienda su tutto il territorio nazionale.


Estintori portatili e carrellati. Una guida all’uso e alla scelta


Si deve innanzitutto precisare che gli estintori si dividono innanzitutto in due macro categorie che contraddistinguono la capacità di trasportare l’estintore stesso pertanto possiamo parlare di estintori portatili e di estintori carrellati. Nell’ambito dei corsi antincendio organizzate dalla nostra struttura tutti corsisti che frequentano il corso antincendio  medio rischio, per mezzo della prova pratica di estinzione, utilizzano gli estintori portatili ho carrellati per una prova pratica di estinzione volta comprendere, con mano, come utilizzare correttamente l’estintore. I corsi antincendio sono periodici e nelle principali città italiane. Gli estintori che rientrano nella prima categoria ovvero di estintori portatili sono di dimensioni di peso modesti e sono stati ovviamente concepiti per ridurre l’ingombro pur mantenendo la funzionalità ed essere utilizzati a mano e facilmente trasportati a braccia. I secondi sono invece  di solito montati su di un carrello pertanto sono dotati di ruote hanno dimensioni e peso molto più importanti e sono concepiti per essere trasportati sul posto dell’incendio mediante la corsa su ruote. Tornando ai primi ovvero gli estintori portatili questi sono stati concepiti per un immediato intervento nel luogo dell’incendio e, di norma, hanno una massa che non supera i 20 kg e devono essere collocati in numero e forze compatibilmente con il tipo del estintore e con il rischio connesso alla zona da proteggere il che significa che maggiore sarà il possibile carico di incendio risultante a seguito della valutazione del rischio incendi più  alto sarà il lavoro di estintori che dovremo mettere. Viceversa qualora carico di incendi fosse molto basso sarà possibile utilizzare meno estintori. In generale comunque uno ogni 100-280 metri quadri può essere sufficiente ma bisogna ricordarsi che comunque gli estintori, qualsiasi tipo sia, deve essere raggiungibile percorrendo un percorso non più lungo di 30 m. Tutti gli estintori devono essere posizionati in luoghi facilmente raggiungibili, devono essere ben visibili e segnalati con gli appositi cartelli rossi da cui dimensione varia in base alle dimensioni dei locali. Ovvia disposizione e che gli estintori devono essere collocati almeno uno per piano. Per quanto concerne invece l’estintore carrellato questi hanno caratteristiche molto più importanti rispetto di estintori portatili e ha una capacità ed una gittata maggiore dei primi e vanno utilizzati, in linea generale, nel caso in cui non sia stata sufficiente l’azione degli estintori portatili anche perché estintore carrellati, specie quelli di peso più importante, richiedono l’intervento di due persone. Per quanto concerne la capacità abbiamo anche estintori che arrivano fino a 150 chili pertanto facile comprendere che se necessaria la presenza di almeno due lavoratori. Dopo aver analizzato la tipologia di estintori e doveroso precisare che  un’ulteriore  catalogazione  riguarda il tipo di agente estinguendo te contenuto del estintore stesso ed in generale possiamo identificare l’estintore d’acqua, a schiuma, a polvere, ad anidride carbonica, ad Halon  e suoi derivati. Il primo ovvero l’estintore d’acqua contiene l’agente estinguendo più comune ed agisce raffreddando combustibile diluendo l’ossigeno nell’aria. In generale questo tipo di estintore ben si presta per l’estinzione di incendi in ambiente di lavoro quali uffici altri locali di lavoro, nonché in locali di privata civile abitazione. L’estintore schiuma funziona la lanciando sul fuoco una schiuma che a contatto con l’aria si stratifica sull’incendio soffocandolo. Sono sconsigliati sugli impianti elettrici in quanto li danneggiano irrimediabilmente. Lo stesso dicasi per le polveri chimiche oppure polveri speciali o in generale per gli estintori a polvere. Gli estintori ad anidride carbonica sono ottimi estinguendo per apparecchiature elettriche sotto tensione in quanto questo elemento non conduce e non lascia depositi e può arrivare in punti in cui altri elementi non potrebbero arrivare. L’impiego di questa sostanza è generalmente consigliato all’aperto oppure per proteggere ambienti chiusi di piccole dimensioni contente apparecchiature elettriche ed elettroniche nonché macchinari delicati. Gli ultimi suoi sostituti dell’Halon, elemento molto dannoso è bandito dalla comunità europea. Queste estintori agiscono sostanzialmente come l’estintore ad anidride carbonica solo che hanno un’efficacia assai più elevata.


Sconto 20% compilando il modulo

RICHIEDI UN PREVENTIVO!